Immagine

Liquid Vision

3 Mag

Damiano Tullio - Surfer Portrait Liquid Vision - Retro FlyerLiquid Vision - Front Flyer

Ritratto fotorealistico realizzato da aerografo su legno.
Nicoletta Pucci 2013

Liquid Vision, manifestazione dedicata al surf retrò, è un evento ideato e realizzato da Damiano Tullio e Gerry Soulcomunicator, due dei fondatori della neonata Accademica del Surf di Roma.
Shapers provenienti da diverse regioni, artisti, piccoli produttori vicini al mondo del surf, appassionati e curiosi si sono riuniti lo scorso 27 Aprile ad Ostia, presso lo stabilimento “Nuova Pineta” per una giornata dedicata allo sport e al mare.
Nonostante condizioni metereologicamente non perfette, allietati dall’ottima musica offerta da una band che ha suonato dal vivo e da quella selezionata da Lallo Tullio e da Deliradio Boardhouse, i tanti visitatori hanno potuto prendere parte durate la giornata a contest, dimostrazioni e lezioni gratuite, esplorando le diverse anime e sfaccettature del mondo del surf retrò guidati da alcuni dei maggiori protagonisti di questo movimento nel panorama italiano. Presenti inviati di stampa e media di settore. Liquid Vision è stato accolto dal pubblico locale con grande entusiasmo attestandosi come una delle manifestazioni più interessanti ed innovative legate al mondo del surf retrò, capace di catalizzare attorno a se un crescente interesse ed una sempre più ampia partecipazione.

Tra i partecipanti segnalo in particolare: Big Animal Surfboard di Andrea Cecconi, shaper e tatuatore che ha intagliato dal vivo una scultura tiki in legno). Franco Cecconi, artista e tatuatore che ha realizzato un’opera a pirografo su una tavola alaia fornita da Alaia Religion ( tributo a Sailor Jerry, storico tatuatore americano). Roots Surfboards, Alchemick Skimboard, Iride Matelicese ( autrice dell’illustrazione presente sul flyer).

Immagine

Birds

26 Mar

Tre miei disegni realizzati a penna su carta, fotografati e assemblati con photoshop.

VITALA FESTIVAL

2 Nov

Ecco alcune foto della serata che si è tenuta presso il Teatro San Genesio di Roma lo scorso 28 Ottobre. Vitala Festival è un format che propone incontri culturali che coniugano musica ed arte. L’edizione autunnale del festival mi ha vista protagonista con una piccola serie di opere pittoriche, “Mujeres”, che resterà esposta presso i locali del teatro fino al 23 Novembre. Il vernissage della mostra è stato allietato dalla musica degli Specchio Blu, un duo di chitarra e voce ( accompagnato in questa occasione dal percussionista Max Baldassarre) che ha proposto sonorità bossa nova, samba e pop funk.

MUJERES – Nicoletta Pucci
Colori, motivi ed atmosfere tipiche dell’America Latina si fondono in una serie di opere pittoriche realizzate su tela e su legno che ruotano attorno alla figura femminile. Forti e fiere quanto fragili e delicate, le donne ritratte da Nicoletta ci raccontano in silenzio la propria storia con l’intensità di uno sguardo o la dolcezza di un movimento. Composizioni esotiche e colorate si uniscono ad opere enigmatiche e simmetriche realizzate in bianco e nero, creando un percorso interessante ed imprevedibile. Le opere della serie “Mujeres” celebrano tradizioni, carattere e folklore dei paesi latini e sono liberamente ispirate a celebri brani musicali.

VITALA AUTUMN FESTIVAL

25 Ott

VITALA AUTUMN FESTIVAL

Domenica 28 Ottobre – dalle 20:45 alle 22:30

c/o Teatro San Genesio

via Podgora 1 ( traversa di viale Mazzini vicino alla RAI)

—-

Il VITALA FESTIVAL è un format che propone appuntamenti mensili che costituiscono occasioni d’incontro tra arte e musica.

L’edizione di Ottobre mi vedrà protagonista in veste di artista visuale, accompagnata dal duo di chitarra e voce, Specchio Blu ( Dalia Mattioni: voce; Pietro Scassa: chitarra +  special guest, Max Baldassarre: percussioni) band che proporrà sonorità jazz, pop funk e bossa nova ( inizio concerto ore 21:00). www.myspace.com/specchioblu

I quadri resteranno esposti presso il teatro per un mese.

—-

MUJERES – Nicoletta Pucci

Colori, motivi ed atmosfere tipiche dell’America Latina si fondono in una serie di opere pittoriche realizzate su tela e su legno che ruotano attorno alla figura femminile. Forti e fiere quanto fragili e delicate, le donne ritratte da Nicoletta ci raccontano in silenzio la propria storia con l’intensità di uno sguardo o la dolcezza di un movimento. Composizioni esotiche e colorate si uniscono ad opere enigmatiche e simmetriche realizzate in bianco e nero, creando un percorso interessante ed imprevedibile. Le opere della serie “Mujeres” celebrano tradizioni, carattere e folklore dei paesi latini e sono liberamente ispirate a celebri brani musicali.

CRUZ DE OLVIDO

17 Set

Mancano ancora alcuni piccoli dettagli ma spero vi piaccia!! Questa aerografia è realizzata su legno precedentemente scartavetrato e trattato con cementite. Quando lavorate su legno vi consiglio sempre di utilizzare la cementite per rendere la superficie meno porosa ed assorbente. Il fondo l’ho realizzato con colori acrilici stesi a pennello. Il prossimo passaggio, prima di ritenere quest’opera completa, sarà l’applicazione della foglia d’oro. Vorrei che la catenella del rosario e alcuni altri piccoli particolari fossero impreziositi in questo modo. Nulla di invasivo!!! Probabilmente la brunirò un pochino sui bordi con l’aerografo perchè non sia troppo in evidenza rispetto al resto.

Cruz de Olvido
Nicoletta Pucci 2012
Aerografo e acrilici su legno
83×93.5 cm

Cruz de Olvido è il titolo di un pezzo scritto dal  cantautore messicano Juan Záizar ed interpretato nel corso degli anni da alcune delle più belle voci della musica popolare messicana: Chavela Vargas, Vicente Fernández e Lila Downs.

Con el atardecer, me ire de ti, me ire sin ti, me alejare de ti con un dolor dentro de mi.
Te juro Corazon que no es falta de amor, pero es mejor asi.

Un dia comprenderas que lo hice por tu bien, que todo fue por ti.
La barca en que me ire, lleva una cruz de olvido, lleva un cruz de amor, y en esa cruz sin ti me morire de hastio.
Culpable no he de ser, de que por mi puedas llorar,mejor sera partir, prefiero asi que hacerte mal.

Yo se que sufrire mi nave cruzara un mar de soledad.
Adios adios amor, recuerda que te ame, que siempre te de amar.

La barca en que me ire, lleva una cruz de olvido, lleva un cruz de amor, y en esa cruz sin ti me morire de hastio.

Cruz de Olvido
Nicoletta Pucci 2012
Airbrush and acrylics on wood

Nella foto di seguito ho aggiunto una finta cornice con photoshop perchè possiate vedere l’effetto che eventualmente potrebbe avere se decideste di incorniciarlo. Solitamente non penso mai ai miei quadri come ad opere che necessitano di cornice ma in questo caso… non so… forse potrebbe anche funzionare!

Quest’opera è la prima di una nuova serie che esporrò per tre settimane, a partire dal 29 Ottobre, presso il Teatro San Genesio di Roma nell’ambito del Vitala Festival, un festival che vuole riunire, attraverso musica, danza, arte e cucina diverse culture del mondo nel segno dell’amicizia.

Tutte le opere di questa serie sono in vendita! Se doveste essere interessati all’acquisto di questa o successive creazioni non esitate a contattarmi in privato anche in data antecedente all’evento. ( pucci.nicoletta@gmail.com) Presto fornirò ulteriori informazioni circa orari, programma e prezzo del biglietto per predere parte al Vitala Festival di Ottobre.

Se volete ascoltare Cruz de Olvido, seguite questo link: http://www.youtube.com/watch?v=EtOUkih0-Co  Si tratta di una splendida interpretazione “en vivo” di Chavela Vargas che, con la sua voce graffiante ed amara, rende questo brano ancora più intenso.

LIFE & POETRY

27 Ago

“Life & Poetry” è il progetto che ho presentato nell’ambito della manifestazione La Dolce Italia, prima fiera dedicata al Made in Italy e all’Italian Life style in Australia. La manifestazione si è tenuta presso il Royal Exhibition Building di Melbourne tra il 10 e il 12 Agosto.

Le mie opere sono successivamente state spostate presso l’Istituto Italiano di Cultura di Melbourne ( 233 Domain Rd, South Yarra, VIC) dove rimarranno in esposizione fino al 14 Settembre. Questa “Contemporary Art Exhibition” ospita oltre alle mie opere pittoriche, una serie di sculture realizzate dell’artista italo-persiano Howtan Re e le tele di Enzo Mastrangelo che, con il suo “Barocco Reale”,  ha portato il Australia parte di uno dei capolavori del barocco italiano: la Venaria Reale di Torino.

August 14th – September 14th
Italian Institute of Culture, 233 Domain Rd, South Yarra, VIC.
“BAROCCO REALE” Enzo Mastrangelo,”HEADS” Howtan Re, “LIFE & POETRY” Nicoletta Pucci

The Italian Institutes of Culture belong to the Italian Ministry of Foreign Affairs. They aim to promote and advance the Italian language and culture allover the world, organising cultural events and language courses.

Nicoletta Pucci e Stefano Fossati

Nicoletta Pucci and the Director of the Italian Institute of Culture, Stefano Fossati.

Nicoletta Pucci con Marco Matacotta Cordella, Console Italiano a Melbourne

Nicoletta Pucci with the Italian Consul Marco Matacotta Cordella.

Howtan Re - Enzo Mastrangelo - Nicoletta Pucci

Howtan Re “ALPHABET”, Enzo Mastrangelo “BAROCCO REALE”, Nicoletta Pucci “LIFE & POETRY”.

Ecco una piccola carrellata di immagini relative alla mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura di Melbourne e all’evento tenutosi al Royal Exhibition Building.

La mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura ha seguito la fiera “La Dolce Italia” tenutasi presso il Royal Exhibition Building di Melbourne, 10-12 Agosto 2012.

Royal Exhibition Building – Melbourne

Il Royal Exhibition Building è un affascinante palazzo storico situato a Carlton, quartiere che vanta tra le proprie attrattive turistiche non solo i bellissimi Carlton Gardens e il Melbourne Museum, ma anche Lygon Street, cuore pulsante della locale “little italy”.

“La Dolce Italia” at the Royal Exhibition Building, Melbourne.

Nicoletta Pucci “LIFE & POETRY” at Royal Exhibition Building, Melbourne.

Howtan Re “HEADS” at Royal Exhibition Building, Melbourne.

“I Promessi Sposi” con Massimiliano Finazzer Floy e Gilda Gelati, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano.

I giorni precedenti all’evento presso il Royal Exhibition Building hanno visto me e l’artista Howtan Re impegnati in una serie di interviste presso emittenti radiofoniche australiane e web tv.

Nicoletta Pucci at SBS, Federation Square, Melbourne.

SBS – The Special Broadcasting Service – trasmette programmi televisivi, radiofonici e web a livello nazionale ( si tratta del corrispettivo australiano della RAI).

“SBS was founded on the belief that all Australians, regardless of geography, age, cultural background or language skills should have access to high quality, independent, culturally-relevant Australian media. The multiple language programs available through SBS Television, Radio and Online ensure that all Australians, including the estimated three million Australians who speak a language other than English in their homes, are able to share in the experiences of others, and participate in public life.  The quality of our programs and the multiplicity of our viewpoints come from the freedom we have to draw on the best of all cultures for our programming.”

Nicoletta Pucci interviewed by Ivano Ercole at Rete Italia.

Rete Italia è un’emittente radiofonica che trasmette in lingua italiana in tutto il territorio australiano. Ho avuto il piacere di essere ospitata nel programma di Ivano Ercole due volte, prima e dopo l’evento al Royal Exhibition Building.

LIFE & POETRY

I quadri che compongono questa serie esplorano il tema della Poesia come filtro attraverso cui osservare e leggere la realtà circostante ed interiore. Ogni opera o gruppo di opere è legato ad una poesia di Alda Merini, poetessa contemporanea scomparsa nel 2009.

LIFE & POETRY
Nicoletta Pucci ( 2012)
90×120 – 90×120 – 90×120

Se la mia poesia mi abbandonasse
come polvere o vento,
se io non potessi più cantare,
come polvere o vento,
io cadrei a terra sconfitta
trafitta forse come la farfalla
e in cerca della polvere d’oro
morirei sopra una lampadina accesa,
se la mia poesia non fosse come una gruccia
che tiene su uno scheletro tremante,
cadrei a terra come un cadavere
che l’amore ha sconfitto.

Alda Merini

FUOCO
Nicoletta Pucci ( 2012)
90×120
Airbrush and acrylics on canvas

Io non ho bisogno di denaro
ho bisogno di sentimenti
di parole
di parole scelte sapientemente
di fiori detti pensieri
di rose dette presenze
di sogni che abitino gli alberi
di canzoni che facciano danzare le statue
di stelle che mormorino
all’orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia
questa magia che brucia
la pesantezza delle parole
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

Alda Merini

PENSIERO
Nicoletta Pucci ( 2012)
90×120
Airbrush and acrylics on canvas

Sono qua rinchiuso
Di pensieri affranto
Senza coscienza alcuna
Di potere il vanto
Volgo i miei sguardi vuoti
Occhi senza sguardo
Voglio sentire ora
Voci, sussurri, suoni
Chiedo a me stesso vivo
Dove guardare ancora
Chiudo i miei occhi alfine
Respiro in affanno
Mi calmo, sento, ascolto
Dentro di me un canto
Ti ho trovata infine
Musa del mio creare
Cuore che pensa lieve
Un pensiero, un incanto.

Alda Merini

THIS IS THE PROBLEM (?)
Nicoletta Pucci (2012)
80×80 – 80×80 – 80×80 – 80×80
Airbrush on canvas

I poeti lavorano di notte

quando il tempo non urge su di loro,

quando tace il rumore della folla

e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio

come falchi notturni od usignoli

dal dolcissimo canto

e temono di offendere Iddio.

Ma i poeti, nel loro silenzio

fanno ben più rumore

di una dorata cupola di stelle.

Alda Merini

REFLECTIONS
Nicoletta Pucci (2012)
90×120
Airbrush and acrylics on canvas

Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia
legalo con l’intelligenza del cuore.
Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
che ti coprirà con le sue foglie.
Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e l’ordine delle cose.
Ma prima di imparare a scrivere
guardati nell’acqua del sentimento.

Alda Merini

POESIA
Nicoletta Pucci ( 2012)
70×100 – 70×100 – 70×100
Airbrush and acrylics on canvas

La poesia è un petalo
che cade nel vuoto
in bocca ad un leone
che ruggisce.

Alda Merini

SMOKING KID – A REBEL KID MOOD
Nicoletta Pucci ( 2012)
Airbrush on canvas

Apro la sigaretta
come fosse una foglia di tabacco
e aspiro avidamente
l’assenza della tua vita.

È così bello sentirti fuori,
desideroso di vedermi
e non mai ascoltato.

Sono crudele, lo so,
ma il gergo dei poeti è questo:
un lungo silenzio acceso
dopo un lunghissimo bacio.

Alda Merini

DOVE NASCONO I SOGNI
Nicoletta Pucci (2012)
90×120 – 90×120
Airbrush and acrylics on canvas

La pelle nuda fremente,
che di notte raccoglie i sogni.

Alda Merini

 

A me piacciono gli anfratti bui
delle osterie dormienti,
dove la gente culmina nell’eccesso del canto,
a me piacciono le cose bestemmiate e leggere,
e i calici di vino profondi,
dove la mente esulta,
livello di magico pensiero.
Troppo sciocco è piangere sopra un amore perduto
malvissuto e scostante,
meglio l’acre vapore del vino
indenne,
meglio l’ubriacatura del genio,
meglio sì meglio
l’indagine sorda delle scorrevolezze di vite;
io amo le osterie
che parlano il linguaggio sottile della lingua di Bacco,
e poi nelle osterie
ci sta il nome di Charles
scritto a caratteri d’oro.

Alda Merini

SAILOR
Nicoletta Pucci (2012)
Airbrush on canvas

SAILOR’S HANDS
Nicoletta Pucci ( 2012)
Airbrush on canvas

Born in the USA

17 Lug

Ecco un nuovo post! In questo periodo non sono molto attiva su blog perchè mi sto dedicando ai quadri che esporrò ad Agosto in Australia.

In attesa di vederli e di partecipare con me, attraverso questo spazio, al grande evento dedicato al Made in Italy che mi ospiterà a Melbourne, vi mostro due paia di scarpe che ho terminato poco fa.

Si tratta nuovamente di una decorazione piuttosto semplice realizzata con colori acrilici per stoffa applicati a pennello.

Le ragazze che me le hanno chieste erano rimaste colpite da un paio pubblicato qualche tempo fa e per questo le troverete molto simili.

Si tratta di Converse Limited Edition Stars and Stripes con effetto usato. Sono state personalizzate con dei nomi scritti con un carettare corsivo.

La scatola è stata decorata con acrilici a pennello ed aerografo.  Dato il soggetto… per le foto ho pensato di chiamare in causa THE BOSS! Una buona occasione per dichiarare pubblicamente anche in questa sede il mio amore per quest’uomo che ho avuto il piacere di vedere un mesetto fa a Milano in concerto…. dalla prima filaaaaaaaaaaaaaa!!! = )  La domanda è sempre la stessa! Ma come si fa ad essere così fighi a 64 anni?!?!  Che uomo…

Va beh… tornando alle scarpe… spero vi piacciano e colgo l’occasione per ricordarvi che per info e richieste potete scrivermi a pucci.nicoletta@gmail.com

Ciao e a presto!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: