Tag Archives: aerografia roma

CRUZ DE OLVIDO

17 Set

Mancano ancora alcuni piccoli dettagli ma spero vi piaccia!! Questa aerografia è realizzata su legno precedentemente scartavetrato e trattato con cementite. Quando lavorate su legno vi consiglio sempre di utilizzare la cementite per rendere la superficie meno porosa ed assorbente. Il fondo l’ho realizzato con colori acrilici stesi a pennello. Il prossimo passaggio, prima di ritenere quest’opera completa, sarà l’applicazione della foglia d’oro. Vorrei che la catenella del rosario e alcuni altri piccoli particolari fossero impreziositi in questo modo. Nulla di invasivo!!! Probabilmente la brunirò un pochino sui bordi con l’aerografo perchè non sia troppo in evidenza rispetto al resto.

Cruz de Olvido
Nicoletta Pucci 2012
Aerografo e acrilici su legno
83×93.5 cm

Cruz de Olvido è il titolo di un pezzo scritto dal  cantautore messicano Juan Záizar ed interpretato nel corso degli anni da alcune delle più belle voci della musica popolare messicana: Chavela Vargas, Vicente Fernández e Lila Downs.

Con el atardecer, me ire de ti, me ire sin ti, me alejare de ti con un dolor dentro de mi.
Te juro Corazon que no es falta de amor, pero es mejor asi.

Un dia comprenderas que lo hice por tu bien, que todo fue por ti.
La barca en que me ire, lleva una cruz de olvido, lleva un cruz de amor, y en esa cruz sin ti me morire de hastio.
Culpable no he de ser, de que por mi puedas llorar,mejor sera partir, prefiero asi que hacerte mal.

Yo se que sufrire mi nave cruzara un mar de soledad.
Adios adios amor, recuerda que te ame, que siempre te de amar.

La barca en que me ire, lleva una cruz de olvido, lleva un cruz de amor, y en esa cruz sin ti me morire de hastio.

Cruz de Olvido
Nicoletta Pucci 2012
Airbrush and acrylics on wood

Nella foto di seguito ho aggiunto una finta cornice con photoshop perchè possiate vedere l’effetto che eventualmente potrebbe avere se decideste di incorniciarlo. Solitamente non penso mai ai miei quadri come ad opere che necessitano di cornice ma in questo caso… non so… forse potrebbe anche funzionare!

Quest’opera è la prima di una nuova serie che esporrò per tre settimane, a partire dal 29 Ottobre, presso il Teatro San Genesio di Roma nell’ambito del Vitala Festival, un festival che vuole riunire, attraverso musica, danza, arte e cucina diverse culture del mondo nel segno dell’amicizia.

Tutte le opere di questa serie sono in vendita! Se doveste essere interessati all’acquisto di questa o successive creazioni non esitate a contattarmi in privato anche in data antecedente all’evento. ( pucci.nicoletta@gmail.com) Presto fornirò ulteriori informazioni circa orari, programma e prezzo del biglietto per predere parte al Vitala Festival di Ottobre.

Se volete ascoltare Cruz de Olvido, seguite questo link: http://www.youtube.com/watch?v=EtOUkih0-Co  Si tratta di una splendida interpretazione “en vivo” di Chavela Vargas che, con la sua voce graffiante ed amara, rende questo brano ancora più intenso.

Work in Progress

27 Apr

Oggi ho impostato il disegno che realizzerò su un casco che mi è stato commissionato. Vivendo a Roma, sapevo che prima o poi mi sarei dovuta scontrare contro di lui… il Colosseo!!!! Prevedo già che questo lavoro richiederà tutta la mia calma e la mia pazienza…

Se volete seguire le prossime fasi di questo lavoro non perdetevi ( tra domani e dopo) le fasi successive!!!

Living in Rome, I was sure that soon or later I would have received this sort of request: Colosseum!! It won’t be an easy job…

These photos refer to the beginning of this artwork. In the next few days you’ll see something more!!! Stay tuned!!!!

MIAMI Ocean Drive

15 Mar
"Miami Ocean Drive" airbrush artwork
Molte delle mie aerografie sono elaborazioni fatte a partire da un’immagine di riferimento (fotografica o non) che mi aiuta nel tracciare il disegno e nel determinare ombre e luci. Per questo lavoro invece di utilizzare lo sfondo preesistente ho deciso di operare una semplice composizione posizionando il soggetto all’interno di una scena diversa, più esotica dell’originale e interessante a livello… cromatico. L’abbigliamento mi ha fatto pensare all’atmosfera di Miami e ai suoi colori. Ho cercato su internet immagini di Ocean Drive e alla fine ne ho scelta una che fosse compatibile con le mie necessità di composizione. Volevo ci fosse infatti un secondo elemento protagonista e l’ho individuato in una Cadillac rosa. Quando si opera la fusione di due immagini e si vuole mantenere una credibilità formale nella composizione, è necessario valutare anche aspetti legati alla prospettiva e alle dimensioni.
 Qui potete vedere l’originale dell’immagine scelta come riferimento per lo sfondo. Si tratta di una fotografia ritoccata con Photoshop ( by Angela B. Pan). Io l’ho molto semplificata dato che desideravo che questa aerografia tendesse meno al fotorealismo rispetto ad altre fatte in precedenza. Ho mantenuto solo l’auto, la costruzione che le sta accanto e le palme. Il soggetto ritratto l’ho posizionato in primo piano sul lato destro della tela.
Gli Stencils sono mascherine in plastica dotate di una certa consistenza ma flessibili.
I più noti sono quelli che consentono in pochi istanti di realizzare disegni interi, più o meno complessi.
Nei negozi di belle arti e di bricolage ne troverete di sicuro parecchi ( in genere si tratta di stencils di medie proporzioni con design piuttosto classici – geometrici o floreali – utilizzabili per de…corare pareti o oggetti).
Sono realizzate a stencil ( ovviamente autoprodotti e non commercializzati!!) anche molte opere di street art. La velocità con cui consentono di “lasciare il segno” li rende buoni alleati per chi si esprime attraverso una forma d’arte non ben accettata dalle autorità… Velocità che attiene solo alla parte della realizzazione dell’opera… perchè vi assicuro che progettare e tagliare uno stencil “serio” non è cosa semplice!
Passati in rassegna questi due “tipi” di stencils più conosciuti… approdiamo a quelli a cui faccio generalmente riferimento io quando ne parlo. Si tratta di una serie di forme curve di diverse grandezze ed ampiezza che maneggiate con cura mentre si realizza un’aerografia, consentono di creare linee nette e pulite, di accrescere la nitidezza delle immagini e di proteggere alcune zone dal rischio di overspray.
Se gli stencil sono da una parte uno strumento utilissimo (in taluni casi fondamentale!!) per realizzare un lavoro ben fatto… dall’altra il loro utilizzo spesso si porta dietro una serie di problemi!
  1. Se si utilizzano in un punto… alla fine si devono utilizzare per tutto il lavoro perchè altrimenti si nota troppo la differenza!!!
  2. Se si spruzza oltre il punto in cui dovrebbe terminare una linea, la si allunga in modo netto e poi si ha difficoltà ( specie se è scura) a rimuoverla.
  3. Per quanto ce ne siano anche di piccoli, quando si lavora su zone piene di dettagli geometrici di modeste dimensioni… si rischia di impazzire! Anche perchè maneggiarli a volte non è semplice.
  4. Essendo di plastica può capitare che trattengano in superficie delle gocce di colore e se non ci si accorge per tempo possono creare delle belle macchie… il colore può infiltrarsi oltre il margine o ancor peggio ce lo si può portare dietro mentre li si fa scorrere verso un altro punto…. terribile!!!

Sul bordo ho applicato ( prima di cominciare il lavoro!!!) il nastro adesivo di carta. Trovo che in molti casi la presenza di questa cornice bianca faccia la differenza!!!

Working

15 Feb

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dalla tela bianca al quadro finito

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: